domenica 22 aprile 2012

Inimitabili

Pechino, piazza Tiananmen. Il modaiolo d’imitazione. Errore compreso.


Shanghai, la via pedonale di negozi e boutiques. Ecco gli Sturmtruppen degli stilisti. Naturalmente designed in Italy.


Copie al quadrato. Ossia la copia della copia. Perché in Cina c’è una marca che si chiama Crocodile (serve specificare chi scimmiotta?). Allora, sull’onda del successo, ecco Clio Coddle. Cosa vuol dire dio solo lo sa.


A proposito di dio. Altro che il San Pietro della Lavazza. Qui il caffè lo fa proprio lui in persona. Robe paradisiache.
 

Pronto. Come dice? Il suo computer non funziona? Le mando subito il servizio assistenza.


In Italia si sentono freschi padri di famiglia lamentarsi del costo stellare di certi fantascientifici passeggini da infanti. In Cina invece si suppone che la Chicco faccia magri affari.
 

9 commenti:

  1. Divertente ! Questi cinesi in piazza Tiananmen assomigliano ai francesi che bazzicano il mercato di Vintimiglia :-)

    La cosa meno divertente riguarda i prodotti alimentari....finti vini, falsi formaggi..."made in Italia" che non hanno mai visto l'Italia e che fanno perdere miliardi di euro di fatturato all'Italia ogni anno...e non solo prodotti cinesi !

    Il falso parmigiano del Wisconsin (miglior formaggio USA)

    http://wisconsincheesemasters.com/sarvecchio.aspx

    Alex

    RispondiElimina
  2. savinapr@tin.it23 aprile 2012 18:50

    C'è da dire che anche nell'imitazione non manca la creatività...
    Tesea

    RispondiElimina
  3. Kitsch + Humour. Una miscela irresistibile.

    RispondiElimina
  4. ciao Alex,

    hai ragione, i falsi prodotti alimentari italiani sono una piaga, ma difficile da combattere. Non sai quante volte, nei supermercati asiatici, ho visto etichette ammiccanti al tricolore, ma che erano spaghetti (o salse, o olio, o formaggi) che il Bel Paese non lo avevano visto neppure da lontano...

    Grazie del contributo, a presto,
    HP

    RispondiElimina
  5. ciao Tesea,

    no, non manca loro certamente la creatività. Per questo non si riesce a condannarli del tutto. Perchè nella loro ingenua foga di imitare tutto l'imitabile, talvolta fanno sorridere. Talvolta invece fanno riflettere sui veri valori delle merci...

    Grazie della visita e del commento, a presto,
    HP

    RispondiElimina
  6. Ciao Pim,

    vedo che hai colto con bella sintesi l'essenza di questi scatti: kitsch + humour.

    Ottima definizione! Grazie della visita e del commento, a presto,
    HP

    RispondiElimina
  7. Sono morto dal ridere. Quel dio caffè è unico, come Guoci. Adesso aspettiamo che le imitazioni arrivino al marcato di Ventimiglia

    Ciao HP, a presto

    dragor (journal intime)

    RispondiElimina
  8. Volevo dire "mercato". Influenza cinese...

    RispondiElimina
  9. Ciao Dragor,

    vedi che ti sei fatto contaminare anche tu dagli errori delle imitazioni cinesi!! ;)

    Grazie della visita e del commento, son contento di averti fatto divertire!
    HP

    RispondiElimina