martedì 13 dicembre 2011

Viaggiare informati (estrosità cambogiane)

Quando vedete questo cartello, date retta: non importa se arriva da destra o da sinistra; dategli la precedenza comunque. Vi conviene. Anche se viaggiate in un Hummer. Perché lui è più grosso.


Sempre a proposito di mezzi di trasporto: godetevi questo bel paio di contromano del mio autista di tuk tuk, uno su una strada a senso unico, l’altro su una bella arteria a tre corsie per lato. Un artista!


E infine. Vi fidereste a salire su un autobus dove c’è scritto: assicurazione per i passeggeri compresa? Brrrrr!!


Come si fa benzina in Cambogia? In città, pagando in dollari americani. Notate dai contatori che c’è gente che fa un litro o due. Mi sarebbe piaciuto vederli. Vanno lì con una bottiglia dell’acqua?


Questa invece è una pompa volante, per la miscela delle motorette. Bidone, ombrellone, sdraio. Voilà. Era appena fuori dal mio albergo, la mattina dopo, giuro, non c’era più.


Poi nei villaggi si passa alla versione più... rustica. Bottiglie da bibita per grandi viaggi, quelle da whisky per tragitti più brevi!


Ma chi è Alberto Tomba? Questi hanno nel DNA lo slalom. I paletti sono le auto, i pedoni, le altre moto. I cani non valgono, non stanno mai fermi...


Non so dove fosse il poliziotto, se no gli avrei chiesto: ma scusi, se succede qualcosa a un cambogiano lei non interviene? Mai vista la “polizia turistica”. E il casco sponsorizzato? Notare: la moto è cinese, non giapponese...


Prima pubblicazione : 10 gennaio 2009


2 commenti:

  1. teseas@yahoo.it26 dicembre 2011 17:45

    Forse è il caso che tu cambi autista, ammesso che se ne trovi uno più rispettoso dell'eventuale codice della strada locale.
    Tesea

    RispondiElimina
  2. Ma perchè cambiare autista? Costa una frazione dell'ingresso a Gardaland, ed offre molte più emozioni... :)

    Grazie della visita, Tesea, a presto,
    HP

    RispondiElimina