venerdì 8 marzo 2013

There’s an app for that!

Vecchio motto di Steve e della sua banda, per suggerire che il decisivo vantaggio di utilizzare uno dei loro oggetti di culto (guai a chiamarli banalmente telefonini) sta nella quantità quasi infinita di cose che puoi fare con tale aggeggio – spesso perfino telefonare.

Ma bisogna riconoscere che, in mezzo al gran pattume informatico disponibile per lo scarico gratis – o contro modestissima mercede – sui nostri sempre più gremiti dispositivi cosiddetti intelligenti, ogni tanto qualche programmatore di buon senso conia delle applicazioni seriamente utili. Come questa.

Se una donna per strada si sente importunata o minacciata, scuotendo il telefonino può non solo far scattare una lancinante sirena d’allarme, che richiami l’attenzione di qualche passante coscienzioso e magari faccia scappare il malintenzionato, ma nel frattempo invia automaticamente una mail a degli indirizzi prestabiliti, con tanto di mappa che indica la posizione esatta dove si trova la potenziale vittima. Non sarà la panacea contro tutti i mali, ma è già un passo in avanti. E se servisse ad evitare anche solo una violenza nei confronti di una donna, allora è stato tempo molto ben speso da parte dello sviluppatore.

Chiunque tu sia, anonimo scrittore di codici binari, hai tutta la mia simpatia.





2 commenti:

  1. savinapr@tin.it8 marzo 2013 18:31

    Trovata geniale!
    Troviamo l'apparecchio!
    Tesea

    RispondiElimina
  2. Geniale sul serio, Tesea. Un'amica, appena ha letto il mio racconto, l'ha subito cercata e scaricata sul telefono.

    Basta avere uno di quelli che si chiamano smartphone ed una connessione ad internet. E' pure gratis.

    Facciamola conoscere, quest'applicazione.

    Grazie della visita, a presto,
    HP

    RispondiElimina