lunedì 21 marzo 2011

Irlanda (ma anche Italia...)

An Irish daughter had not been home for over a year. Upon her return, her Father cussed her.

'Where have ye been all this time? Why did ye not write to us, not even a line? Why didn't ye call? Can ye not understand what ye put yer old Mother thru?'

The girl, crying, replied, 'Sniff, sniff... Dad... I became a prostitute...'

'Ye what!!? Out of here, ye shameless harlot! Sinner! You're a disgrace to this Catholic family.'

'OK, Dad - as ye wish... I just came back to give mum this luxurious fur coat, title deed to a ten bedroom mansion plus a $5 million savings certificate. For me little brother, this gold Rolex. And for ye Daddy, the sparkling new Mercedes limited edition convertible that's parked outside plus a membership to the golf club... (takes a breath)... and an invitation for ye all to spend New Years Eve on board my new yacht in the Riviera and... '

'Now what was it ye said ye had become?' says Dad.

Girl, crying again, 'Sniff, sniff... a prostitute Daddy! Sniff, sniff.'

'Oh! Be Jesus! Ye scared me half to death, girl! I thought ye said a Protestant. Come here and give yer old Dad a hug!'


Una ragazza irlandese manca da casa da più di un anno. Al suo ritorno, il padre la affronta a male parole:

Dove sei stata tutto questo tempo? Perché non ci hai mai scritto nemmeno un rigo? Almeno chiamarci!! Non pensi a quello che ha patito la tua povera madre?

La ragazza, piangendo, gli risponde: Papà… sono diventata una prostituta...

Che cosa?? Fuori da questa casa, svergognata! Peccatrice! Sei il disonore di questa famiglia cattolica.

Va bene, papà. Come vuoi. Ero solo tornata per regalare a mamma questa lussuosa pelliccia, l’atto di proprietà di una villa e dei titoli per cinque milioni. Questo Rolex era per il fratellino. E per te, papà, la sfavillante nuova Mercedes che è parcheggiata qui fuori, e la partecipazione in un golf club... e dopo un sospiro, aggiunge ...più l’invito per tutti voi a trascorrere le vacanze sul mio yacht in riviera, e...

Ridimmi un po’ che cosa sei diventata?, l’interrompe il padre.

E la ragazza, continuando a piangere, una prostituta, papà, una prostituta!

Oh, santo cielo, ragazza mia, mi avevi spaventato a morte. Avevo capito Protestante. Vieni qui e abbraccia il tuo vecchio genitore!!

6 commenti:

  1. teseas@yahoo.it21 marzo 2011 16:28

    Troppo divertente! In effetti la storiella ci ricorda qualcosa...
    Tesea

    RispondiElimina
  2. Ma non si dice escort adesso??
    Ah no, era solo il nome di una macchina degli anni '80...

    RispondiElimina
  3. ciao Tesea,

    ma no, dai, cosa dici? Non capisco a cosa tu ti riferisca...

    Grazie della visita, a presto,
    HP

    RispondiElimina
  4. Ciao Marta,

    già, stavo proprio riflettendo sulla trasformazione dei termini.

    Come ho scritto parecchio tempo fa, in un pezzo che magari ripubblicherò, solo i poveracci vanno a puttane. Quelle dei parlamentari, calciatori, eminenti professionisti di chiara fama, sono accompagnatrici, escort, signorine, GRO, eccetera. Non chiamatele mignotte: si offenderebbero. Le mignotte.

    Grazie della visita, a presto,
    HP

    RispondiElimina
  5. "An Irish daughter had not been home"....Rome sweet Rome ! come dicono le ragazze irlandesi quando entrano in casa dopo un anno passato in Italia...
    Caro papà, mi sono sposata in Italia, vi presento mio marito il signor Prodi...Fuori da questa casa...(ci ho pensato perché proddie oppure swaddler sono due termini irlandesi per protestant)
    Alex

    RispondiElimina
  6. Ciao Alex,

    puns come piovesse in questa tua recensione! Vedo che l'umorismo scatena la tua sagacia...

    Bellissimo commento! Grazie della visita, a presto,
    HP

    RispondiElimina