sabato 8 gennaio 2011

Energie alternative

Amore per gli animali e sentimenti ecologisti vanno spesso a braccetto. Un fortemente malinteso senso di questa argomentazione porta ad una delle segnalazioni più meritate nel sorprendente universo di Mai più Senza.

Questo inverosimile oggetto unisce l’esigenza di riciclare la carta usata in ufficio con la sentita istanza del risparmio energetico. Permettendo nel contempo di allietare le lunghe e talora uggiose ore di lavoro con una simpatica presenza animata, le cui evoluzioni non solo distrarranno per un attimo la mente da quel seccante reclamo o dalla colossale pratica che il capo vi ha appena ribaltato sulla scrivania, ma saranno autentico motore trainante del vostro nuovo gadget.

Preparatevi ad avere stuoli di segretarie che emettono gridolini di sorpresa e tenerezza, alla vista del criceto tritacarta. Ah, dimenticavo. Prima di portare il mirabolante accessorio in ufficio, sinceratevi di non avere colleghi iscritti alla LAV o al PETA. Altrimenti potreste passare un guaio. Criceto tritacarta: mai più senza!


Prima pubblicazione : 22 marzo 2009

10 commenti:

  1. un novello Firmino :)
    peccato che sembri ai lavori forzati
    ciao
    Pinky

    RispondiElimina
  2. Amore per gli animali e sentimenti ecologisti vanno spesso a braccetto....Anche tu, puoi fare l'esperienza di una vita di criceto. A Nantes, un albergo ha allestito una camera da letto ecologica per hamster umani. Per solo 99 euro, avrai tutto : la ruota, la mangiatoia, il beverino, il ripiano, la scaletta....Anche la lettiera, perché non ti costringono ancora a tritare la carta a questo scopo, ma sarebbe un'idea....
    http://www.youtube.com/watch?v=83o-doi7JWI&feature=related
    Alex

    RispondiElimina
  3. teseas@yahoo.it8 gennaio 2011 18:24

    Se non altro non avanzerà pretese sindacali.
    Tesea

    RispondiElimina
  4. ciao Pinky,

    che piacere ritrovarti qui! Ho visitato il tuo blog (col nuovo link) proprio stamani! Vedo che non ti ha entusiasmato il libro di Firmino (che non conoscevo).

    Grazie del commento, a presto,
    HP

    RispondiElimina
  5. Già vederli in gabbia intristisce...

    RispondiElimina
  6. Alex,

    per fortuna ci sei tu a integrare i miei post con queste gustosissime segnalazioni (certe non so proprio dove le trovi!!).

    Certo, cento euri per dormire su una lettiera di paglia, bere dalla fontanella e mangiare del fioccato come i cavalli... Però son soldi ben spesi alla fine: la ruota formato umano giustifica tutto.

    Quando te ne vai, puoi sempre lasciare una nota sul libro degli ospiti. C'è anche un detto appropriato, qui a Cuneo, per esprimere lo stato d'animo: content coma 'n giari (contento come un topo).

    Grazie dell'imperdibile commento, a presto,
    HP

    RispondiElimina
  7. ciao Tesea,

    vedi? Non c'è limite alla creatività (mal applicata) dell'uomo. Dopo le scimmie lavoratrici, ora anche i poveri criceti. Che chissà che fatica fanno, per triturare anche solo un foglio. Chissà se hanno almeno la pausa pranzo?

    Grazie della visita, a presto,
    HP

    RispondiElimina
  8. Ciao Giacynta,

    concordo. E la cosa che mi intristisce ancora di più e vedere la recente evoluzione delle gabbie da criceti, che sono diventate delle specie di luna park con scivoli, tubi trasparenti in cui i disgraziati roditori corrono su e giù attraverso spire laocoontee di plastica, insomma, il pacchiano applicato anche qui. Mancano solo luci e musica, e poi l'effetto sarebbe completo.

    Grazie della visita e del commento, a presto,
    HP

    RispondiElimina
  9. Ciao HP,
    grazie, anche a me ha fatto piacere ritrovarti.
    Avevo un pò idealizzato il personaggio di Firmino e il libro non mi ha coinvolta. Ho pensato di abbandonarlo e riprenderlo più in là. forse non è il momento giusto
    a presto
    Pinky

    RispondiElimina
  10. ciao Pinky,

    sono sicuro che se cambierai idea, in una futura rilettura del libro, ce lo farai sapere. Continuo a seguire il tuo blog.

    Ciao, a presto,
    HP

    RispondiElimina